L'Azienda   Cosa Facciamo   Amministrazione Trasparente    Info Utili   Links    Contattaci    Bandi e Gare    Eventi & News   Area Riservata

 


PERCHÈ DIFFERENZIARE


Non importa se abitiamo in una grande città o in un piccolo paese. Dobbiamo tutti imparare a gestire meglio i nostri rifiuti, buttando meno e buttando meglio. Le risorse che abbiamo per vivere non sono tutte rinnovabili ed è quindi indispensabile recuperare e riciclare tutto quello che può essere riutilizzato.
Non solo. La raccolta differenziata non è più un optional, ma un obbligo, con obiettivi precisi, fissati dal Governo, da raggiungere a breve.
Ai comuni della regione Campania che non raggiungano l´obiettivo minimo di raccolta differenziata pari al 25% dei rifiuti urbani prodotti entro il 31 dicembre 2008, il 35% entro il 31 dicembre 2009 ed il 50% entro il 31 dicembre 2010, fissati dal Piano regionale dei rifiuti adottato con ordinanza del Commissario delegato per l´emergenza rifiuti n.500 del 30 dicembre 2007, è imposta una maggiorazione sulla tariffa di smaltimento dei rifiuti indifferenziati pari rispettivamente al 25%, 35% e al 50% dell´importo stabilito per ogni tonnellata di rifiuto conferita agli impianti di trattamento e smaltimento.


Raccolta differenziata e riciclo


La raccolta differenziata e il riciclo permettono di abbattere notevolmente le emissioni inquinanti e contrastare in questo modo l´effetto serra.
Bastano 800g di carta separata in casa e smaltita attraverso la raccolta differenziata per risparmiare 1kg di CO2 in atmosfera.
Con il riciclo, il materiale di rifiuto che non serve più a uno scopo viene utilizzato per un altro.
Con il recupero, invece, il rifiuto che non può essere riciclato per un altro scopo può essere usato per produrre oggetti diversi da quelli di provenienza.
Questi processi non solo producono un vantaggio economico, permettendo di risparmiare sulle spese di smaltimento, ma favoriscono il risparmio energetico e la salvaguardia ambientale, riducendo il ricorso a materie prime e risorse naturali.
Per produrre, assemblare, distribuire qualsiasi tipo di bene materiale si consumano infatti energia, acqua, risorse naturali e aria pulita; inoltre è meno costoso, sia in termini economici che energetici, lavorare materiali di recupero piuttosto che materie prime mai utilizzate.


Classificazione dei rifiuti


Esistono vari modi di classificare i rifiuti. Ci sono i rifiuti urbani, che sono quelli domestici e quelli provenienti dalle strade, dai parchi e dai giardini, e i rifiuti speciali, quelli cioè provenienti dalle attività industriali, artigianali, commerciali e da macchinari fuori uso.
I rifiuti possono poi essere distinti in pericolosi, quando contengono o rilasciano sostanze nocive per la nostra salute, e non pericolosi, se non sono dannosi per l´uomo. Infine i rifiuti possono essere classificati come organici o inorganici.
I rifiuti organici derivano da esseri viventi, animali e vegetali, come rifiuti di cucina (alimenti deteriorati, avanzi di cibo, bucce a scarti di frutta e verdura, fondi di caffè, gusci d´uova, bustine del tè), foglie secche e fiori appassiti, ecc.
I rifiuti organici possono essere decomposti e per questo vengono definiti biodegradabili. Trattati in appositi impianti, essi diventano COMPOST, utilizzabile in agricoltura e nei vivai.
In altri casi i rifiuti organici possono essere raccolti e sigillati in grandi digestori, contenitori nei quali l´assenza d´ossigeno permette la decomposizione per mezzo di batteri che generano biogas contenente metano, poi utilizzato per produrre energia.
I rifiuti inorganici non derivano da organismi viventi e non si decompongono facilmente. Sono principalmente CARTA e CARTONE, PLASTICA, VETRO e METALLO.
Tali materiali vengono gestiti in modo diverso secondo le loro caratteristiche: possono essere smaltiti nelle discariche, bruciati negli inceneritori (detti anche TERMOVALORIZZATORI, perchè dalla combustione dei rifiuti si può ottenere energia), trattati nei COMPOSTAGGI o in altri impianti specializzati oppure riciclati per un nuovo uso.


SALVIAMO LE FORESTE, RISPARMIAMO ACQUA ED ENERGIA!
PIÙ CARTA E CARTONE RACCOGLIAMO
PIÙ RISPARMIAMO RISORSE NATURALI ED ENERGIA

Ricavare carta e cartone riciclando il materiale raccolto in modo differenziato rispetto a quello prodotto utilizzando cellulosa, comporta un risparmio di alberi, di acqua e di energia elettrica.


Ecco alcuni esempi di quanto è possibile risparmiare in termini di materie prime, energia e risorse finanziarie, effettuando la raccolta differenziata di carta e cartone:


PRODUZIONE ORDINARIA DI CARTA E CARTONE DA CELLULOSA



1 tonnellata= 15 alberi + 7600kWh + 1,80 m³ di acqua
PRODUZIONE DI CARTA E CARTONE DA RACCOLTA DIFFERENZIATA



1 tonnellata= 0 alberi + 2700kWh + 1,80 m³ di acqua
RISPARMIO DI RISORSE SULL´ INTERO TERRITORIO CONSORTILE DAL 2001 AL 2007
CON LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI CARTA E CARTONE



63.039,5 tonn.= 945.593 alberi salvi = 308.893.550 kWh = 27.623.909 m³ di acqua risparmiati


MENO RIFIUTI DA SMALTIRE
MENO COSTI PER LO SMALTIMENTO


I rifiuti da raccolta differenziata sono sottratti a quelli indifferenziati destinati allo smaltimento presso il C.D.R. Per ogni kg di raccolta differenziata si risparmiano € 0,131 (£ 252) di costo di smaltimento, 63.039,5 tonnellate di carta e cartone raccolti in modo differenziato non sono andati allo smaltimento consentendo un risparmio di € 8.258.175,00.


63.039,5 tonn. di carta raccolta= no smaltimento= € 8.258.175,00 risparmiati.




MODALITÀ DI RACCOLTA E CALENDARI:


1. Comune di Angri (servizio svolto dalla società Angri Eco Servizi);
2. Comune di Baronissi (servizio svolto dalla società Salerno Pulita);
3. Comune di Bracigliano (servizio svolto in economia dallo stesso Comune);
4. Comune di Calvanico;
5. Comune di Castel S. Giorgio;
6. Comune di Cava dè Tirreni;
7. Comune di Corbara;
8. Comune di Fisciano (servizio svolto dalla società Fisciano Sviluppo);
9. Comune di Mercato S. Severino (servizio svolto dalla società GE.SE.MA. Spa);
10.Comune di Nocera Inferiore (servizio svolto dalla società Se.T.A. Spa);
11. Comune di Nocera Superiore;
12. Comune di Pagani;
13.
Comune di Pellezzano;
14. Comune di Roccapiemonte;
15. Comune di S. Marzano sul Sarno;
16. Comune di S. Valentino Torio (servizio svolto dalla società Se.T.A. Spa eccetto per la raccolta di carta e cartone);
17. Comune di S. Egidio del Monte Albino;
18. Comune di Sarno (servizio svolto dalla società SARIM Spa);
19. Comune di Scafati (servizio svolto dalla società A.C.S.E.);
20. Comune di Siano.


 


Consorzio Bacino SA/1 Via Marconi, 55 (Parco Beethoven) - 84013 Cava de' Tirreni (Sa) Tel. 089/4688868 - Fax 089/342069 - E-mail: consorziorifiuti.sa1@tiscalinet.it
Cod. Fisc.: 95068720655 - P.I.: 03683940658